This content is available in English

Giornata migrante e rifugiato: Belgio, domenica i vescovi in visita alle famiglie di rifugiati e richiedenti asilo

Nel giorno in cui la Chiesa cattolica in tutto il mondo celebra la Giornata mondiale del migrante e del rifugiato, i vescovi del Belgio faranno visita alle famiglie di rifugiati accolte nelle loro diocesi. Ciascun vescovo ha scelto una famiglia e domenica 14 gennaio busserà alla sua porta per trascorrere con lei del tempo. Molte delle famiglie che saranno visitate, preferiscono mantenere l’anonimato. Il cardinale Jozef De Kesel, arcivescovo di Malines-Bruxelles, visiterà una famiglia di rifugiati a Malines mentre a Bruxelles, mons. Jean Kockerols renderà visita ad una famiglia accolta a Woluwe-Saint-Lambert. Il vescovo di Tournai, mons. Guy Harpigny sarà ospite della famiglia Sharifi, richiedenti asilo afgani, ma lo stesso faranno anche il vescovo di Namur, mons. Rémy Vancottem e i vescovi di Anversa, Bruges, Gand e Hasselt. “Questa domenica – scrive il vescovo Harpigny in un messaggio ai fedeli della sua diocesi di Tournai – celebreremo la Giornata mondiale del migrante. Quasi ogni giorno, i media ci mostrano la tristezza di coloro che attraversano il Mediterraneo, l’orrore di coloro che sono venduti come schiavi in Libia, la perdita di speranza di chi arriva dal Medio Oriente e di chi percorre le diverse strade della Grecia e dell’Europa centrale. Tra noi ci sono richiedenti asilo, rigugiati e migranti che attendono di poter arrivare in Inghilterra. Manifestiamo loro la nostra solidarietà, lasciandoci informare con obiettività sulle statistiche, le cause delle migrazioni, le reti di accoglienza e la legislazione vigente nello Stato belga”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo