Argentina: tutto pronto alle frontiere con il Cile per la visita del Papa

In vista del massiccio flusso di pellegrini che, secondo le previsioni, cercheranno di attraversare le frontiere per poter vedere il Papa in occasione del suo imminente viaggio in Cile, sono state annunciate dal governo argentino una serie di misure volte a rafforzare la sicurezza nei passi di frontiera con il Paese trasandino. Dopo aver avvertito circa il pericolo rappresentato dal cammino tra alte montagne (“camino de Cordillera”) a più di 3.500 metri di altezza e sugli ingorghi che provocheranno le lunghe code di automobili nei passi di frontiera, i membri dell’esecutivo visiteranno oggi i posti di montagna dove già si stanno avviando gli operativi.
Nelle provincie di Mendoza e Neuquén la sorveglianza di questi operativi sarà del ministero dell’Interno mentre nella provincia di Jujuy, a condurli sarà il ministero della Sicurezza. Secondo le previsioni, nei primi giorni della visita di Papa Francesco i fedeli cercheranno di arrivare nella capitale cilena dalla provincia di Mendoza. Nei giorni successivi, invece, il massiccio flusso di fedeli cercherà di raggiungere le città cilene di Temuco e Iquique – dove sono in programma due messe celebrate dal Santo Padre – e gli operativi si concentreranno nei passi delle provincie di Neuquen e Jujuy, rispettivamente.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo