+++ Quindicenne uccisa a Ischitella: don Iacovone (parroco), comunità “sgomenta e chiusa nel dolore”. “Continueremo a pregare” +++

È una comunità “sgomenta e chiusa nel dolore” quella delle parrocchie di S. Maria Maggiore e di S. Francesco a Ischitella, diocesi di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo, dove stamane è giunta la notizia della morte della quindicenne gravemente ferita ieri dall’ex convivente della madre. È il parroco, don Bernardino Iacovone, a raccogliere e raccontare lo sconcerto di una comunità incredula di fronte a una vicenda così drammatica compiutasi “a poco più di duecento metri dal paese”. “Ci siamo immediatamente raccolti in preghiera – spiega al Sir don Iacovone -: ieri abbiamo pregato tutto il giorno e, dopo questo terribile epilogo, tutta la comunità continuerà senz’altro a farlo”. “Nella ricorrenza dei martiri di Corea (20 settembre) – conclude il parroco – il rosso del colore liturgico era il sangue, purtroppo versato, di quella ragazza innocente”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa