Diocesi: suor Fiorese (Uff. pastorale sociale Padova), la Scuola di formazione “opportunità di crescita e condivisione”

(Padova ) “La Scuola di formazione sociopolitica diocesana testimonia che, da 29 anni, quella di Padova è una ‘Chiesa in uscita’, attenta a edificare una società sempre più umana. A partire dalla Dottrina sociale della Chiesa, si offre come opportunità di crescita e di condivisione, critica e consapevole delle dinamiche di costruzione della vita sociale e politica”. Lo ha spiegato oggi, nella conferenza stampa di presentazione della Scuola di formazione all’impegno sociale e politico (Fisp) della diocesi di Padova, suor Francesca Fiorese, direttrice dell’Ufficio diocesano per la pastorale sociale. Ogni anno la Scuola riparte grazie a un’équipe di volontari che preparano e accompagnano i corsisti, regalando alla Fisp le loro competenze e la loro dedizione. “Insisto su questo – ha continuato la direttrice – perché nel metodo del dono insegnano lo stile dell’impegno sociale e politico”.
Perché il tema lavoro? “Perché le forme storiche in cui si esprime il lavoro umano stanno subendo trasformazioni che non possono prescindere dal rispetto dei diritti inalienabili dell’uomo che lavora. Ciò implica un impegno congiunto di tutte le istituzioni e i soggetti interessati, a tutti i livelli, dalla politica alla finanza, dall’economia all’assistenza. Urge uno sviluppo autenticamente globale e solidale, che ristabilisca la giusta gerarchia dei valori”. La scelta del tema lavoro riconnette il percorso alla settimana sociale dei cristiani in programma a Cagliari a fine ottobre, ma è dettato anche da una preoccupazione: “Il lavoro è un presupposto fondamentale della democrazia. Perdendo il suo valore economico perde anche quello morale e sociale, la sua centralità, e questo indebolisce la democrazia stessa”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa