61° tragedia Marcinelle: Amendola (sottosegretario Esteri), “la memoria serva da guida per noi e i nostri figli”

“La memoria di questo tragico evento, che nel nostro Paese celebriamo come Giornata del sacrificio del lavoro italiano nel mondo, deve servire da guida per noi e per i nostri figli”. Lo ha affermato questa mattina il sottosegretario agli Affari Esteri, Vincenzo Amendola, intervenendo a Bois Cazier, nei pressi di Marcinelle in Belgio, alla commemorazione per il 61° anniversario della tragedia che l’8 agiosto del 1956 causò la morte di 262 minatori di dodici diverse nazionalità, di cui 136 italiani. “Le nostre comunità all’estero – ha aggiunto Amendola – non sono solo viste come destinatarie di servizi, ma anche e soprattutto come una componente essenziale della politica estera dell’Italia”. “Nel vostro sforzo per affermarvi e stabilirvi all’estero, in questo cammino di crescita e miglioramento delle condizioni di vita, il ministero degli Affar Esteri – ha assicurato – è fortemente impegnato per rispondere sempre di più e sempre meglio alle vostre esigenze, per aumentare gli strumenti a disposizione delle comunità italiane all’estero”. Rivolgendosi poi ai nostri connazionali residenti in Belgio, una comunità composta da circa 280mila persone, il sottosegretario ha rivolto loro i “più sinceri ringraziamenti per essere qui e per invitarvi a continuare ad essere orgogliosi della vostra storia e di quello che avete fatto, perché l’Italia lo è di voi”. Alla cerimonia, oltre alle autorità belghe, erano presenti una delegazione dell’Associazione delle famiglie delle vittime di Manoppello (Regione Abruzzo) e dell’associazione “Marcinelle per non dimenticare”. A Bois du Cazier, dopo il rintocco della campana in ricordo delle vittime, la cerimonia è proseguita con i discorsi ufficiali e la deposizione di corone di fiori all’ingresso principale del sito minerario. La cerimonia è proseguita al Cimitero di Marcinelle, dove Amendola ha depositato una corona di fiori al monumento “Sacrificio dei minatori italiani”. Conclusione a Bois du Cazier, con il saluto dell’ambasciatrice Elena Basile e la lettura del messaggio del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo