Diocesi: Concordia-Pordenone, mons. Pellegrini presenta visita pastorale su famiglia, poveri e giovani

“La visita pastorale durerà tre anni. Per essi ho individuato tre temi, uno per anno: la famiglia, i poveri, i giovani”. Così il vescovo di Concordia-Pordenone, mons. Giuseppe Pellegrini, presenta in un’editoriale pubblicato sull’ultimo numero del settimanale diocesano “Il Popolo” la visita pastorale triennale che prossimamente prenderà il via. Non sarà un’occasione “per stilare un inventario, un rapporto analitico di cose e persone, che pur tecnicamente ci sarà come previsto”, precisa il vescovo. “Non sarà una prassi – prosegue – a regalarci l’opportunità di arricchirci, carissimi fratelli e sorelle. Sarà l’incontro che sapremo avere, con uno sguardo carico di affetto e simpatia, memori del fatto che non le case ma i cuori interessano a Cristo”. Secondo mons. Pellegrini, “ci arricchiremo nelle mani che stringeremo in fraternità, nelle parole che scambieremo per raccontarci, tra novità e impegno, fatiche e creatività nuove, in questo cammino che porta le unità pastorali al centro delle nostre attività, quali motori e centri vitali del nostro agire”. Il primo anno sarà dedicato alla famiglia, che “occupa un posto di primo piano nel cuore di ciascuno. È culla e rifugio”. “Da parte nostra, dal vescovo come dai parroci, la metteremo al centro”, assicura, garantendo che “il vescovo con i sacerdoti diocesani, i diaconi, tutti i consacrati e le consacrate e i laici chiamati alla corresponsabilità, saranno con voi famiglie”. “La famiglia – conclude – è la buona notizia di Dio per l’uomo” ed “è gioia per l’uomo e per il mondo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia