Ue: a Tallin (Estonia) la Giornata europea della memoria delle vittime dei regimi comunisti e nazisti

Tunne Kelam, parlamentare europeo estone (foto SIR/PE)

Si svolgeranno a Tallin il 23 agosto le celebrazioni ufficiali per la Giornata europea della memoria delle vittime dei regimi comunisti e nazisti, a cui parteciperanno i ministri europei della giustizia e rappresentanti di associazioni di vittime del totalitarismo, nonché rappresentanti di istituzioni e organizzazioni statali e private che studiano i crimini dei regimi totalitari e ne ricordano le vittime. Secondo quanto reso noto da un comunicato diffuso dal ministero della giustizia estone (l’Estonia è presidente di turno del Consiglio dei ministri Ue), ad aprire la giornata, sarà una riunione dei ministri della giustizia dei paesi Ue per discutere, tra l’altro, della “creazione di un organismo transnazionale per indagare sui reati dei regimi comunisti e sui reati di persone sopravvissute colpevoli di reati non soggetti a prescrizione”, in continuità con quanto già discusso proprio a Tallin nella giornata europea del 2015. L’iniziativa nasce dalla Piattaforma europea per la memoria e la consapevolezza (Pemc), fondata nel 2011 per volontà del Parlamento europeo. Il 23 agosto ci sarà poi, a mezzogiorno una cerimonia con deposizione di una corona commemorativa alla Colonna della vittoria della guerra d’Indipendenza, in piazza della Libertà a Tallin, a cui seguirà l’intervento del ministro della giustizia estone, Urmas Reinsalu, e di ministri dell’Ue. Vi sarà anche un momento di preghiera guidato da Urmas Viilma, arcivescovo della Chiesa evangelica luterana estone.
Nel pomeriggio, una conferenza su “l’eredità dei crimini dei regimi comunisti nell’Europa del XXI secolo” vedrà intervenire Tunne Kelam, membro del Parlamento europeo e docenti e studiosi di diverse provenienze. Infine l’inaugurazione della mostra “l’era del comunismo” presso il Museo marino estone di Tallin.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo