Turismo responsabile: al Parco ecclesiale “Terre del Capo di Leuca – De Finibus Terrae” una menzione speciale del Premio cultura di gestione

La Fondazione di partecipazione Parco culturale ecclesiale “Terre del Capo di Leuca – De Finibus Terrae”, ha ricevuto una menzione speciale nell’ambito del Premio cultura di gestione, assegnato in occasione della Conferenza nazionale dell’impresa culturale. Il riconoscimento è stato tributato ieri sera a L’Aquila riconoscendo il Parco culturale ecclesiale (Pce) “come soggetto che si è particolarmente distinto nella valorizzazione e nella promozione della cultura con efficacia organizzativa e gestionale raggiungendo importanti risultati in termini di partecipazione dei cittadini, di crescita dei territori e di coesione sociale”. Alla premiazione era presente don Lucio Ciardo, vicepresidente del Pce. Costituitosi il 24 febbraio 2016, su indicazione del vescovo di Ugento-S. Maria di Leuca, mons. Vito Angiuli, il Parco culturale ecclesiale vuole “promuovere forme di turismo responsabile e consapevole, rispettoso e sostenibile, favorendo forme di mobilità lenta, di esperienza e di conoscenza che consentano uno sviluppo culturale, economico e sociale diffuso e durevole del territorio, inteso come un’unica destinazione turistica integrata di eccellenza, per viaggiatori, turisti, pellegrini, viandanti, migranti e ogni persona in movimento”. Dopo l’esperienza dell’anno scorso con l’evento internazionale “#Cartadileuca.0: Mediterraneo, un mare di ponti”, il Pce organizza dal 10 al 14 agosto la seconda edizione: prevista la partecipazione di circa 200 giovani.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa