Germania: card. Marx (Dbk) ricorda Joachim Meisner, “combattente coraggioso. Sua passione per Cristo mi ha sempre ispirato”

Il card. Reinhard Marx, presidente della Conferenza episcopale tedesca (Dbk), ha espresso il cordoglio della Chiesa cattolica in Germania per la morte, questa mattina, del card. Joachim Meisner, arcivescovo emerito di Colonia: “Con tristezza, oggi, ho appreso la notizia della morte del card. Joachim Meisner – scrive Marx nel messaggio –. Con la sua morte, la Chiesa in Germania perde un cattolico devoto che ha mantenuto una ruolo importante per molti anni nella Chiesa cattolica, guadagnato con le sue convinzioni e la sua conoscenza ed esperienza”. Marx ha evidenziato come “il card. Meisner, la cui devozione e argomenti teologici mi hanno sempre colpito, era un combattente coraggioso. Era disposto pubblicamente a farsi contestare e non cambiava la sua opinione. La sua esperienza nella ex Germania dell’Est lo ha reso un combattente intrepido”. Il presidente della Dbk ha ricordato come Meisner, nato nel 1933 a Breslau (attuale Wroklaw in Polonia), abbia sperimentato gli orrori della guerra: ricordando i tempi in cui era vescovo ausiliare ad Erfurt, allora diocesi della ex Germania dell’Est, e poi a Berlino, Marx ha detto che “ha voluto annunciare Cristo e offrire una prospettiva ai cattolici”. Meisner ha sempre vissuto in Germania dell’Est “prendendo le distanze dal potere, perché la libertà di fede era importante per lui”.
Marx ha rievocato i 25 anni nei quali Meisner fu arcivescovo di Colonia, ruolo che lo vide accompagnare la nascita della nuova Conferenza episcopale tedesca dopo l’unificazione della Germania: “Instancabilmente e con grande dedizione il cardinale Meisner ha introdotto i lavori come arcivescovo di Colonia e cardinale della Chiesa universale”. Indimenticabile fu il suo ruolo durante la Giornata mondiale della Gioventù del 2005 a Colonia con la visita di Papa Benedetto XVI, “una festa – sottolinea Marx – che agisce ancora oggi per la fede della Chiesa in Germania”. Il cardinal Meisner “rimane per noi con il vivo ricordo del pastore, del vescovo e del predicatore”, sottolinea Marx, il quale conclude ringraziandolo personalmente “per la sua passione al messaggio di Cristo che mi ha sempre ispirato”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa