Estate: vescovi liguri, “le vacanze sono un bene comune. Imparare a essere solidali nel riconoscere importanza del riposo”

“Le vacanze sono un bene comune e, per questo motivo, dobbiamo imparare ad essere solidali nel riconoscere l’importanza del riposo per tutte le famiglie e aiutare coloro che non hanno la possibilità di riposarsi, attraverso l’ospitalità e lo slancio gratuito della condivisione per conoscersi e per capirsi”. Lo affermano i vescovi della Regione ecclesiastica ligure nel tradizionale messaggio di saluto ai turisti in arrivo sulle due riviere diffuso all’inizio dell’estate. “Trascorrere il tempo libero nella bellezza della natura – si legge nel messaggio – costituisce un’attività straordinariamente importante non solo per il piacere e il gusto di disintossicarsi dai tradizionali ritmi quotidiani, o di realizzare e valorizzare la componente umana dello svago, ma anche perché consente di guardare in faccia le persone che fanno parte della nostra vita con uno sguardo più autentico, come solo nel tempo libero si può avere”. Per i sette presuli, “il tempo libero, lo sport e il contatto con la natura possono valorizzare le relazioni umane e lo stare insieme in famiglia, soprattutto quando in essa si vive l’esperienza della fragilità e della disgregazione con il bisogno di un periodo di calma per recuperare la dignità della relazione”. I vescovi ricordano inoltre che “anche attraverso le ricchezze dell’arte, specialmente quella sacra capillarmente diffusa in Liguria, è possibile guardare senza paura alla storia e scoprire quanto la ricerca della bellezza come espressione di fede e genuino umanesimo abbia conferito qualità di vita buona all’umana esistenza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa