Diocesi: card. Vallini (Roma), “continuerò la mia missione soprattutto pregando”

“Continuerò la mia missione soprattutto pregando, ma anche voi, se credete, pregate per me, perché quest’ultimo tratto di vita sia davvero vissuto nella gioia e nella testimonianza, la più generosa”. Lo ha affermato sabato il cardinale Agostino Vallini presiedendo nella Basilica di san Giovanni in Laterano la sua ultima celebrazione eucaristica da vicario della diocesi di Roma, prima della conclusione del suo mandato. Presente, oltre ai vescovi ausiliari, anche il nuovo vicario eletto, l’arcivescovo Angelo De Donatis. In occasione della solennità di san Giovanni Battista, Vallini rivolgendosi in modo particolare ai sacerdoti ha osservato che “anche noi siamo chiamati a preparare la via al Signore”. Il sacerdote, infatti, è “colui che apre le vie al Vangelo. E noi lo facciamo con la testimonianza della vita e con il ministero, con il servizio quotidiano accanto alle persone come ministri di Dio”. “Siamo chiamati, particolarmente oggi in questo contesto in cui c’è tanta confusione sulle visioni della vita, ad annunciare con coraggio che l’unico salvatore è Gesù Cristo”, ha aggiunto il cardinale, rilevando che “esercitiamo in questo modo la nostra vocazione, la viviamo, la trasmettiamo con gioia”. “Non siamo persone private, siamo inviati”, ha ricordato. “Ma tutto questo – ha ammonito – lo dobbiamo fare e vivere rimanendo umili. Ciò vuol dire essere coscienti di avere tutto ricevuto, consapevoli che la missione non è nostra, ci è stata affidata”. All’inizio della celebrazione monsignor Filippo Iannone, vicegerente della diocesi di Roma, nel ringraziare Vallini ha evidenziato che “sotto la sua guida, esercitata sempre in perfetta comunione con il Santo Padre, la diocesi di Roma ha rinvigorito la sua coscienza missionaria”. Poi l’invito a “continuare ad accompagnare con la sua benedizione la nostra comunità diocesana”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa