G7 Lucca: Oxfam e Gcap, in crisi Siria è urgente ripresa negoziati Ginevra. A Taormina leader si impegnino contro povertà

A conclusione dell’incontro dei ministri degli Esteri dei Paesi del G7, riuniti ieri e oggi a Lucca, in merito alla crisi siriana Oxfam e Gcap Italia chiedono ai Paesi G7 di impegnarsi concretamente per la ripresa dei negoziati di Ginevra “verso un accordo politico che possa portare la pace”. “Chiedono inoltre – si legge in un comunicato – di agire già oggi per garantire che gli oltre 640mila sfollati interni in Siria possano ricevere gli aiuti di cui hanno bisogno, e di aumentare gli sforzi nell’accogliere una parte dei 5 milioni di uomini, donne e bambini siriani rifugiati”. Per quanto riguarda il Mediterraneo, le due organizzazioni chiedono “accordi bilaterali tra i Paesi del G7 e quelli dell’area” concepiti “per la costruzione di un dialogo di pace e non allo scopo di proteggere le frontiere europee”. Da qui la richiesta di “sostenere lo sviluppo sociale, economico e umano di questi Paesi” a partire dall’accordo con la Libia per la “creazione di politiche di sviluppo, senza che venga posta nessuna condizionalità rispetto al rientro dei migranti”. Oxfam e Gcap denunciano inoltre l’assenza nel comunicato finale del G7 di Lucca del tema dello sviluppo e della lotta alla povertà, trascurando l’importanza di metterlo in agenda. Di qui, in vista del G7 di Taormina (26 – 27 maggio),  la richiesta di “un impegno tempestivo per agire sulle situazioni di crisi determinate dalla povertà estrema” con “iniziative di partenariato volte alla promozione della sicurezza alimentare, della salute globale e della lotta alla disuguaglianza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia