Diocesi: Perugia-Città della Pieve, dal 21 aprile al 1°maggio una mostra sui migranti e “la sfida dell’incontro”

Una mostra gratuita, dal titolo: “Migranti. La sfida dell’incontro”. Ad organizzarla, dal 21 aprile al 1° maggio (dalle ore 11 alle 20), presso la “Sala della Cannoniera” della Rocca Paolina di Perugia, è l’arcidiocesi di Perugia-Città della Pieve, insieme con la Consulta diocesana delle aggregazioni laicali (Cdal) e con il patrocinio  del comune di Perugia, dell’Università degli studi e dell’Università per stranieri di Perugia.
La mostra – informano i promotori – sarà presentata in conferenza stampa giovedì prossimo, 13 aprile (ore 11), presso la “Sala San Francesco” dell’arcivescovado (piazza IV Novembre, 6), dal vescovo ausiliare mons. Paolo Giulietti, da Maddalena Pievaioli, segretaria della Cdal, e da Alessandra Di Pilla, dello staff organizzativo della mostra. L’inaugurazione dell’esposizione, composta da immagini, testi e brevi video, si terrà il 21 aprile, alle ore 18, presso la “Sala delle Colonne” della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia (corso Vannucci, 47), con un incontro a cui interverranno Farhad Bitani, autore del libro “L’ultimo lenzuolo bianco. L’inferno e il cuore dell’Afghanistan” (Guaraldi 2014, con prefazione di Domenico Quirico), il card. Gualtiero Bassetti e il sindaco di Perugia Andrea Romizi.  La mostra è stata presentata per la prima volta al Meeting di Rimini del 2016 ed attualmente è itinerante, coordinata dal punto di vista scientifico da Antinio Paolucci, già direttore dei Musei Vaticani, ed è patrocinata dalla Fondazione Migrantes della Cei.

“Proporre un percorso di immedesimazione nelle vicende umane di coloro che lasciano la loro terra in cerca di un futuro migliore e, insieme, raccontare e capire come il rapporto con queste persone interpelli ciascuno di noi, nella consapevolezza che l’incontro è la dimensione fondamentale di ogni esistenza umana”, questo l’obiettivo dell’iniziativa, che sarà anche il perno di una serie di eventi dal titolo “Vite agli incroci: testimonianze e dialoghi”, che saranno ospitati quotidianamente nella “Sala della Cannoniera”, alle ore 18.30. Per tutto il periodo della mostra sarà disponibile un servizio di visite guidate – del tutto gratuite – su prenotazione per scuole, gruppi o singoli, curate da volontari. Le scuole potranno prenotare una visita anche nell’orario 9-11.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia