Notizie Sir del giorno: lettera Papa per Incontro famiglie di Dublino, mons. Moraglia su cellula jihadista a Venezia, Medjugorje

Papa Francesco: lettera in preparazione al IX Incontro mondiale di Dublino. “La famiglia continua ad essere buona notizia per il mondo di oggi

Le famiglie devono chiedersi spesso “se vivono a partire dall’amore, per l’amore e nell’amore”. È quanto scrive il Papa, nella lettera inviata oggi al card. Kevin Farrel, prefetto del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita, in preparazione al IX Incontro mondiale delle famiglie, che si svolgerà dal 21 al 26 agosto 2018 a Dublino, in Irlanda, sul tema “Il Vangelo della Famiglia: gioia per il mondo”. “Come sarebbe migliore la vita familiare se ogni giorno si vivessero le tre semplici parole ‘permesso’, ‘grazie’, ‘scusa’”, ha sottolineato Francesco, per il quale “la famiglia continua ad essere buona notizia per il mondo di oggi”. (clicca qui)

Sgominata cellula jihadista a Venezia: mons. Moraglia (patriarca), “è una notizia che dà fiducia e fa in modo che i cittadini non si sentano soli”

“Di fronte alla notizia dell’operazione portata a termine questa mattina dalle forze dell’ordine, coordinate dalla magistratura, si avverte un vero senso di sollievo e profonda gratitudine nei confronti delle istituzioni. È una notizia che dà fiducia e fa in modo che i cittadini non si sentano soli; percepiamo la città più sicura, tanto per chi vive in essa quanto per chi vi lavora e per i turisti che, ogni giorno, l’affollano”. Lo afferma al Sir il patriarca di Venezia, mons. Francesco Moraglia, riguardo all’operazione conclusa stamattina a Venezia con cui è stata sgominata una cellula jihadista. (clicca qui)

Donald Trump: card. Turkson (Santa Sede), “c’è preoccupazione, ma la speranza è che le cose cambino”

“C’è un po’ di preoccupazione, ma per fortuna ci sono anche voci contrarie, in disaccordo e contro”. Lo ha detto oggi il cardinale Peter Kodwo Appiah Turkson, presidente del Dicastero per il Servizio dello sviluppo umano integrale, rispondendo ai giornalisti sulle posizioni del presidente americano e il suo atteggiamento nei confronti dei Paesi in via di sviluppo, in occasione della presentazione del convegno organizzato dal suo dicastero il 3 e 4 aprile, sul tema: “Prospettive per il servizio dello sviluppo umano integrale a 50 anni dalla Populorum progressio”. Il porporato ha auspicato che “Trump stesso cominci a ripensare alcune sue decisioni”. Di qui l’auspicio: “Siamo pieni di speranza che le cose cambieranno”. (clicca qui)

Brexit: card. Marx, “separazione sarà dolorosa e costosa per entrambe”

Si è parlato di Brexit ai lavori della plenaria della Commissione degli episcopati europei (Comece), che si è conclusa oggi. Il presidente, card. Reinhard Marx, ha ribadito che “la Chiesa ha sempre sostenuto il processo di unificazione e la solidarietà tra gli Stati membri”. Egli “deplora l’uscita del Regno Unito dell’Ue”, riferisce la nota diffusa nel pomeriggio dal segretariato. “Né gli inglesi né gli europei sono consapevoli delle profonde implicazioni di questa decisione. La separazione sarà dolorosa e costosa per entrambe”, pur nella consapevolezza che “sia l’uno sia l’altro siamo parte dell’Europa”. (clicca qui)

Simposio Ccee giovani: mons. Fisichella (Santa Sede), “accompagnare richiede ascolto e silenzio”. Oggi la “Fiera delle buone pratiche”

Accompagnare i giovani significa fare con loro un “tratto di strada insieme” e questo richiede “l’ascolto, e quindi il silenzio necessario perché l’ascolto possa cogliere l’intimo e la profondità di chi parla”. Lo ha detto questa mattina mons. Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, intervenendo a Barcellona al Simposio europeo sui giovani che sta riunendo fino a domani 275 delegati delle 37 Conferenze episcopali d’Europa. Oggi è stata anche è la giornata dello scambio delle numerose iniziative che in tutta Europa si realizzano su vari fronti e ambiti per e con i giovani. Una vera e propria “Fiera delle buone pratiche”. (clicca qui)

Medjugorje: mons. Hoser (inviato speciale), “Papa molto interessato allo sviluppo della pietà popolare che si svolge in questo luogo”

“Il Santo Padre è molto interessato allo sviluppo della pietà popolare che si svolge in questo luogo. Questo fa anche parte della mia missione: valutare la pastorale di questo luogo e proporre direttive che si dovranno realizzare in futuro”. Lo ha detto mons. Henryk Hoser, inviato speciale della Santa Sede e arcivescovo di Warszawa-Praga, rivolgendosi ai fedeli riuniti nella chiesa parrocchiale di San Giacomo, a Medjugorje. L’11 febbraio scorso Papa Francesco ha incaricato mons. Hoser di visitare Medjugorje in qualità di inviato speciale della Santa Sede. La missione dell’arcivescovo, come da lui stesso sottolineato prima della partenza per la Bosnia-Erzegovina, intende operare “per il bene dei pellegrini” affinché vengano “migliorate e coordinate più adeguatamente a livello locale le attività pastorali”. (clicca qui)

Violenza sulle donne: card. Ravasi, “educazione unico antidoto”

“L’unico vero strumento di prevenzione della violenza, in generale e nello specifico contro le donne, è l’educazione, e questo è un grande compito per la scuola e per la Chiesa”. Lo dice al Sir il cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della cultura, a margine dell’incontro “Prepotenza e paura. La dignità della donna contro la violenza”, promosso a Roma per iniziativa del Cortile dei Gentili nell’ambito del progetto il Cortile degli studenti al quale partecipano oggi circa 300 allievi dell’ultimo triennio di alcune scuole superiori romane. (clicca qui)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia