Sicurezza stradale: Commissione Ue, “numero vittime diminuito del 2%”. Ma nel 2016 oltre 25mila morti, 70 al giorno

(Bruxelles) Le statistiche sulla sicurezza stradale pubblicate oggi dalla Commissione mostrano che “nell’ultimo anno il numero delle vittime è diminuito del 2%”. Nel 2016 hanno perso la vita sulle strade dell’Ue 25.500 persone, 600 in meno rispetto al 2015 e 6mila in meno rispetto al 2010. Secondo i calcoli della Commissione “altre 135mila persone sono rimaste gravemente ferite”. Il 2016 segna dunque il ritorno di una “positiva tendenza al ribasso dopo due anni di stasi; negli ultimi sei anni il numero delle vittime della strada si è ridotto del 19%”, secondo i dati forniti da Bruxelles. Benché incoraggiante, questo ritmo – secondo l’Esecutivo – potrebbe essere insufficiente se l’Ue “vuole raggiungere l’obiettivo di dimezzare il numero di vittime della strada tra il 2010 e il 2020. Ciò impone di intensificare gli sforzi di tutte le parti interessate e in particolare quelli delle autorità nazionali e locali, responsabili della maggior parte degli interventi quotidiani, come l’applicazione delle norme e la sensibilizzazione”. Violeta Bulc, commissaria per i trasporti, commenta: “Le statistiche odierne indicano un miglioramento, che dobbiamo portare avanti. Ma non sono i numeri a preoccuparmi: ciò che mi sta più a cuore sono le vite perse e le famiglie delle vittime. Proprio oggi altre 70 persone moriranno sulle strade dell’Ue e un numero cinque volte più alto subirà ferite gravi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia