Nuove tecnologie: de Kerckove (Univ. Toronto), necessario “un nuovo contratto sociale” con chi detiene il potere

“Dobbiamo pretendere un nuovo contratto sociale”. Così Derrick de Kerckhove, docente dell’Università di Toronto, oggi a Roma, durante la conferenza di presentazione del libro di padre Philip Larrey, “Connected world. From automated work to virtual wars: the future, by those who are shaping it”. “Tu governo – ha aggiunto – vuoi sapere tutto su di me, ma prima devi dirmi tutto su come viene impiegato il denaro pubblico. La spinta – ha spiegato – deve venire dalle imprese che pensano di condividere le proprie risorse nel mondo. Ci arriveremo grazie alla trasparenza, ma chissà fra quanto”. “Raccomando in assoluto questo libro perché è un libro fatto di domande che sono oggi più importanti delle risposte”, ha affermato. “I big data – ha continuato il teorico della comunicazione – creano un salto quantico nell’uso delle tecnologie”. “Il problema è che non si può più predire un evento fra dieci anni ma a malapena fra due”, ha concluso.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia