Notizie Sir del giorno: Papa su mondo senza armi, Simposio Ccee giovani, benedizioni a scuola, Convegno Caritas

Papa Francesco: messaggio a Conferenza Onu, appello per “un mondo senza armi nucleari”

“Lavorare con determinazione per promuovere le condizioni necessarie per un mondo senza armi nucleari”. È l’appello del Papa, contenuto in un messaggio inviato oggi alla “Conferenza dell’Onu finalizzata a negoziare uno strumento giuridicamente vincolante sulla proibizione delle armi nucleari, che conduca alla loro totale eliminazione”, la cui prima parte è in corso a New York fino al 31 marzo. “Sebbene questo sia un obiettivo di lungo periodo estremamente complesso, non è al di fuori della nostra portata”, conclude il Papa auspicando un'”etica della pace e della sicurezza cooperativa multilaterale, di cui oggi l’umanità ha tanto bisogno”. (clicca qui)

Simposio Ccee giovani: card. Bagnasco, “sono il futuro di questo continente antico ma non spento”

“I giovani sono il futuro di questo continente antico ma non spento”. “Scommettere sul futuro significa aiutare i giovani ad aver fiducia, a credere nell’Unione europea, e, ancora prima, nell’identità del continente”. Lo scrive il card. Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente del Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa, in un messaggio letto questo pomeriggio a Barcellona, in apertura del Simposio europeo sui giovani dal titolo: “Camminava con loro. Accompagnare i giovani a rispondere liberamente alla chiamata di Cristo”. Sono 275 i partecipanti al Simposio, delegati di 35 Conferenze episcopali europee. In apertura dei lavori è stato letto il messaggio del Papa: “I giovani siano portatori convinti della gioia del Vangelo in tutti gli ambiti”. (clicca qui)

Benedizioni a scuola, sì del Consiglio di Stato. Mirabelli (giurista): sentenza “equilibrata” con “principi per il futuro”

Sì alle benedizioni pasquali a scuola, “fuori dall’orario scolastico” e con la libera partecipazione “di chi vi acconsente”. È la decisione del Consiglio di Stato, che si è pronunciato sul ricorso presentato da alcuni docenti e genitori bolognesi, che nel 2015 si erano appellati contro la delibera con cui il Consiglio d’istituto le aveva autorizzate. Si tratta di “una decisione equilibrata, non inclusiva ma garantista”, poiché “stabilisce un principio che va al di là della benedizione, consentendo a qualsiasi religione di svolgere attività negli ambienti scolastici, purché fuori dall’orario scolastico e con una libera partecipazione”, commenta al Sir Cesare Mirabelli, presidente emerito della Corte costituzionale. (clicca qui)

Convegno Caritas: card. Turkson, “non c’è pace in Europa, e non solo per il terrorismo”

“La pace in Europa è minacciata e non parlo solo del terrorismo: non dimenticate che, un poco all’est, sul fronte ucraino, si affrontano reparti con armi pesanti, blindati e aerei da combattimento”: è uno degli avvertimenti lanciati oggi dal card. Peter Turkson, presidente del Dicastero per il Servizio dello sviluppo umano integrale, parlando al 39° Convegno nazionale delle Caritas diocesane in corso da ieri e fino al 30 marzo a Castellaneta (Ta).  “Non c’è pace – ha aggiunto il card. Turkson –  quando la politica – da servizio, opera di carità e dedizione al bene comune – diventa farsa, fonte di arricchimento, polemica su questioni secondarie; occupa uno spazio invece che occuparsi del progresso della società”. (clicca qui)

Gasdotto Tap: mons. Macculi (pastorale sociale Lecce), “la gente si sente scavalcata e non si arrenderà”

Il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso della Regione Puglia e del Comune di Melendugno e ha ritenuto legittimo l’iter autorizzativo per la realizzazione del gasdotto della Trans Adriatic Pipeline (Tap) che approderà a San Foca, nel Salento. Il nodo della questione, spiega al Sir mons. Nicola Macculi, direttore dell’Ufficio pastorale sociale e del lavoro dell’arcidiocesi di Lecce, “non è che il gasdotto non si faccia – nessuno lo mette in discussione -, ma che venga trasferito in un’altra area, come potrebbe essere quella industriale a sud di Brindisi, dove l’impatto ambientale sarebbe decisamente più contenuto”.  (clicca qui)

Lotta al bullismo: “MaBasta”, “l’appello del Papa è importante sotto tutti i punti di vista”

“L’appello del Papa è importante sotto tutti i punti di vista, con quel suo insistere ripetuto come a sollecitare il consenso dei ragazzi”. Lo dice al Sir Daniele Manni, il docente di informatica che è l’ispiratore di “MaBasta”, iniziativa nata oltre un anno fa tra gli studenti dell’istituto Galilei-Costa di Lecce per opporsi al fenomeno del bullismo. Manni sottolinea soprattutto che il Papa, parlando ai cresimandi dell’arcidiocesi di Milano, non si è limitato a chiedere di non praticare mai il bullismo, ma li ha invitati a promettere un impegno attivo affinché il bullismo non trovi posto nei loro contesti di vita. “Questo è particolarmente importante – spiega – perché nel fenomeno del bullismo una parte molto rilevante è quella degli spettatori, di coloro che non solo guardano e non intervengono, ma diventano anche amplificatori”. (clicca qui)

Francia: mons. Pontier (presidente vescovi), “incoraggiamo le vittime degli abusi a sporgere denuncia presso le autorità giudiziarie”

“Incoraggiamo le vittime a sporgere denuncia presso le autorità giudiziarie alle quali, da parte nostra, segnaleremo i fatti a nostra conoscenza. Ma occorre smettere di lasciar intendere che ogni prete sia un pedofilo potenziale”. Lo ha detto monsignor Georges Pontier, presidente dei vescovi francesi e arcivescovo di Marsiglia, aprendo questa mattina a Lourdes l’Assemblea plenaria dei vescovi di Francia. “Siamo profondamente colpiti dalla sofferenza delle vittime e vogliamo accoglierle e ascoltarle nel modo migliore. Siamo risoluti – ha aggiunto – ad aiutare la giustizia a fare il suo lavoro. Nulla può dispensarcene”. (clicca qui)

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia