Avvenire: i temi della prima pagina di domani 29 marzo. Papa su disarmo, Unione europea, finanza sostenibile

“Avvenire” apre la sua prima pagina con il messaggio che Francesco ha inviato alle Nazioni Unite, dove si sta discutendo di disarmo nucleare. “Dobbiamo chiederci quanto sia sostenibile un equilibro basato sulla paura, quando esso tende di fatto ad aumentare la paura e a minare le relazioni di fiducia fra i popoli”, scrive il Papa, invitando a compiere scelte coraggiose, che però i Paesi con un arsenale atomico sono restii a fare. L’editoriale si concentra sulle vicende della Ue, tornata a litigare dopo il vertice di Roma. “L’Europa – scrive l’economista Leonardo Becchetti – diventa veramente un ‘affare’ umano, sociale ed economico per i cittadini degli Stati membri e può riconquistare i loro cuori se siamo in grado di fare il passo avanti che ci separa dalla condivisione del debito, dall’assicurazione europea dei depositi bancari, dalla creazione di alcuni pilastri della solidarietà e dell’inclusione, come una tassa europea sulle piattaforme digitali, l’armonizzazione fiscale e la lotta all’elusione, una tassa sulle transazioni finanziarie e un reddito d’inclusione unico per combattere la povertà”. La fotocronaca è dedicata al rapporto mondiale sulla finanza sostenibile, da cui emerge un quadro positivo, con il 25% degli investimenti ormai etichettabili come “sostenibili”. Al centro della prima pagina, il bilancio a sette mesi dal terremoto in Italia centrale, svolto dal Governo con le Regioni. Nello spazio Agorà-cultura, l’anticipazione del nuovo libro del cardinale Angelo Scola.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia