Papa a Milano: messa a Monza, memoria “migliore antidoto” per “divisione” e “straniamento”

Come l’angelo con Maria, “anche noi oggi siamo invitati a fare memoria, a guardare il nostro passato per non dimenticare da dove veniamo. Per non dimenticarci dei nostri avi, dei nostri nonni e di tutto quello che hanno passato per giungere dove siamo oggi”. È un appello alla memoria, la prima consegna alla città di Milano, quello di Francesco durante la messa celebrata al Parco di Monza. “Questa terra e la sua gente hanno conosciuto il dolore delle due guerre mondiali; e talvolta hanno visto la loro meritata fama di laboriosità e civiltà inquinata da sregolate ambizioni”, l’analisi del Papa: “La memoria ci aiuta a non rimanere prigionieri di discorsi che seminano fratture e divisioni come unico modo di risolvere i conflitti. Evocare la memoria è il migliore antidoto a nostra disposizione di fronte alle soluzioni magiche della divisione e dell’estraniamento”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa