Papa a Milano: messa a Monza, “Dio continua a percorrere i nostri quartieri e le nostre strade”

“Dio continua a percorrere i nostri quartieri e le nostre strade, si spinge in ogni luogo in cerca di cuori capaci di ascoltare il suo invito e di farlo diventare carne qui ed ora”. Ad assicurarlo al popolo di Milano è stato il Papa, nella parte finale dell’omelia della messa celebrata al Parco di Monza. “Nulla è impossibile a Dio”, ha proclamato partendo dalla risposta dell’angelo a Maria. “Quando crediamo che tutto dipenda esclusivamente da noi rimaniamo prigionieri delle nostre capacità, delle nostre forze, dei nostri miopi orizzonti”, ha proseguito: “Quando invece ci disponiamo a lasciarci aiutare, a lasciarci consigliare, quando ci apriamo alla grazia, sembra che l’impossibile incominci a diventare realtà”. “Lo sanno bene queste terre che, nel corso della loro storia, hanno generato tanti carismi, tanti missionari, tanta ricchezza per la vita della Chiesa!”, il tributo alla città che lo ospita: “Tanti volti che, superando il pessimismo sterile e divisore, si sono aperti all’iniziativa di Dio e sono diventati segno di quanto feconda possa essere una terra che non si lascia chiudere nelle proprie idee, nei propri limiti e nelle proprie capacità e si apre agli altri”. “Come ieri, Dio continua a cercare alleati, continua a cercare uomini e donne capaci di credere, capaci di fare memoria, di sentirsi parte del suo popolo per cooperare con la creatività dello Spirito”, ha concluso il Papa, citando il commento di sant’Ambrogio all’episodio dell’Annunciazione: “Dio continua a cercare cuori come quello di Maria, disposti a credere persino ih condizioni del tutto straordinarie”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa