Papa a Milano: a San Siro, educazione è “testa-mani-cuore”. “Mai bullismo!”

L’educazione è “testa-mani-cuore” e “un buon maestro, educatore o allenatore sa stimolare le buone qualità dei suoi allievi e non trascurare le altre”. Lo ha detto il Papa, che rispondendo all’ultima domanda dell’incontro con i cresimandi, allo stadio di San Siro, ha esortato gli educatori a stimolare i propri allievi ma anche a ricordarsi che  “i bambini hanno anche bisogno di giocare, di divertirsi, di dormire”. Alla fine, un forte appello a scongiurare il bullismo. “Per favore, state attenti al bullismo!”, l’appello di Francesco, che ha esortato le migliaia di ragazzi presenti a fare un minuto di silenzio per chiedersi: “Nella vostra scuola, nel vostro quartiere, c’è qualcosa o qualcuno a cui voi fate beffa, che prendete in giro perché ha quel difetto, è grasso, è magro? A voi piace fargli provare vergogna o anche picchiarlo per questo? Questo si chiama bullismo”. “Per favore, per il sacramento della Santa Cresima – l’invito del Papa – fate la promessa al Signore di non fare mai questo e mai permettere che si faccia nel vostro collegio, nella vostra scuola, nel vostro quartiere”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa