Diocesi: Napoli, il monastero delle passioniste resterà aperto tutta notte per la “24 ore per il Signore”

In occasione della “24 ore per il Signore” le monache passioniste di Napoli terranno aperto la Chiesa del monastero di via san Giacomo dei Capri per la veglia di preghiera che si svolgerà a partire dalle 21 di sabato 25 fino alla mattina di domenica 26 marzo con esposizione di Gesù Sacramentato, lectio divina, Santo Rosario meditato e confessioni per quanti vogliono accostarsi al sacramento della riconciliazione. Ad assicurare il servizio religioso in questa ‘notte bianca’ del monastero delle passioniste sarà padre Antonio Rungi, teologo morale passionista, già superiore provinciale di Napoli e attuale vice-superiore della comunità passionista di Santa Maria ai Monti in Napoli. “Il Santo Padre ci ha convocati anche per questa Quaresima – afferma padre Rungi – perché noi sacerdoti mettessimo a disposizione dei fedeli un tempo maggiore per le confessioni durante questo periodo di preparazione alla Pasqua”. “La ‘24 ore per il Signore’ – prosegue – è una delle iniziative che risultano di grande utilità spirituale, apostolica e sacramentale per preparare i fedeli alla Pasqua partendo dalla riscoperta dei tre sacramenti pasquali per eccellenza: il battesimo, la confessione e l’eucaristia. Su questi tempi rifletteremo questa sera con le 10 monache passioniste di Napoli e con i fedeli che si aggregheranno”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa