Diocesi: Lecce, il 27 marzo “Capaci… di speranza” apre il torneo di calcetto per ricordare la strage di Capaci

Una conferenza e un torneo di calcetto per non dimenticare “la strage di Capaci nella quale, 25 anni fa, persero la vita Giovanni Falcone, la moglie e gli uomini della scorta” e “i volti di coloro i quali hanno donato se stessi in nome della giustizia”. Sono le iniziative che si terranno nei prossimi giorni a San Pietro Vernotico (Br), promosse dalla parrocchia di San Giovanni Bosco, dall’associazione degli oratori “Anspi zonale di Lecce”, dalla pastorale giovanile dell’arcidiocesi di Lecce e da Libera. Lunedì 27 marzo, alle 19.30, presso il teatro parrocchiale, la conversazione “Capaci… di speranza” precederà il calcio d’inizio del Torneo zonale di calcio a 5 intitolato ad Antonio Montinaro, caposcorta di Giovanni Falcone, ucciso insieme a lui sull’A29, nei pressi dello svincolo di Capaci, il 23 maggio 1992. All’incontro sarà presente Matilde Montinaro, sorella di Antonio. Il torneo, che sarà inaugurato alle 20.30 circa, si giocherà presso il campo dell’oratorio Santi Angeli Custodi in San Pietro Vernotico. “Ogni squadra partecipante al torneo – spiegano gli organizzatori – dovrà scegliere come nome quello di una delle vittime innocenti della mafia”. La serata con Matilde Montinaro aprirà il ciclo “Condotti”, una serie di incontri promossi dalla parrocchia San Giovanni Bosco. I successivi appuntamenti si terranno il 3 aprile, quando Emanuela Marinelli parlerà de “La Sindone. Storia e misteri”, e il 10 aprile con il dialogo che don Tony Drazza, assistente nazionale dei giovani di Azione cattolica, avrà con i giovani sul tema “Che sia benedetta. Siamo fatti di polvere e di stelle”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa