Polonia: appello dei vescovi per la vita e manifestazioni popolari contro l’aborto

In occasione della Giornata della santità della vita celebrata dalla Chiesa in Polonia il 25 marzo, l’episcopato “in conformità alla volontà di Papa Francesco espressa nell’esortazione Amoris Laetizia” incoraggia “tutte le famiglie ad accogliere con gioia il dono della vita”. L’appello a “preservare l’eccezionale valore di ogni vita umana dal concepimento alla morte naturale” viene rivolto dai vescovi anche al legislatore e “a tutti gli uomini di buona volontà” invitati a “propagare il valore della vita e creare la civiltà della vita”. La Giornata della santità della vita è stata istituita dall’episcopato nel 1998, in risposta all’Evangelium Vitae di Giovanni Paolo II. Nel 2004 il Parlamento polacco indisse invece per il 24 marzo la Giornata nazionale della vita, intesa come sostegno verso le famiglie e sopratutto quelle più numerose. La difesa della vita è un tema molto sentito nella società polacca. Domani, infatti, davanti al Ministero della sanità a Varsavia e a numerosi ospedali in tutto il Paese sono previste delle manifestazioni contro l’attuale legge che ammette il ricorso all’aborto nel caso di violenza, pericolo di vita della madre o gravi malformazioni del feto. Gli organizzatori delle proteste denunciano “l’uccisione degli innocenti” che negli ospedali pubblici avviene “al ritmo di tre aborti al giorno”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa