Università Cattolica: mons. Becciu (Santa Sede), “chiamata a entrare nella logica dell’incarnazione” e “al servizio dell’umano”

“Vi porto la benedizione di Papa Francesco che vi incoraggia a proseguire l’opera che la Santa Sede sostiene fin dalle sue origini”. Esordisce così monsignor Giovanni Angelo Becciu, sostituto per gli Affari generali della Segreteria di Stato, nell’omelia della messa celebrata questa mattina in occasione della cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico 2016/2017 della sede di Roma dell’Università Cattolica del Sacro Cuore alla quale sarà presente anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Commentando il brano evangelico secondo Marco dell’insegnamento di Gesù nella sinagoga di Nazareth e sullo scandalo che questo provoca negli abitanti della cittadina, mons. Becciu si chiede se “tante volte non siamo anche noi” simili a loro. “Se Gesù ci venisse incontro nelle persone che incontriamo ogni giorno nella vita normale? Dio agisce nella storia attraverso strumenti umili e ordinari – spiega –: è il realismo dell’incarnazione”. “Questa pagina evangelica – prosegue il sostituto – può aiutarci meglio a comprendere la missione dell’Università Cattolica che partecipa alla missione della Chiesa universale. Per questo troviamo l’aggettivo ‘cattolica’: essa è inserita nella società quale fattore di progresso culturale ma al tempo stesso si ispira ai principi della Chiesa. E’ chiamata perciò a entrare nella logica dell’incarnazione”. Papa Francesco, sottolinea Becciu, “ricorda che non si può parlare di educazione cattolica senza parlare di umanità. Gesù si identifica proprio con quell’uomo quella donna che ci sta accanto, anche se è difficile crederlo. E’ questa l’identità cattolica, direbbe il Pontefice. Dio che si è fatto uomo”. E ancora: “l’Università cattolica è un luogo privilegiato per il dialogo tra vangelo e cultura e tra vangelo e scienza e al tempo stesso luogo di grande umanità. Il Vangelo trascende ogni cultura” e “si pone come fermento nella molteplicità delle culture che noi accogliamo”. L’opera culturale e scientifica che l’Università Cattolica è chiamata a realizzare, ha concluso Becciu, passa sempre più per “un autentico umanesimo aperto alla trascendenza e ispirato ai valori della solidarietà e dell’amore”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia