Papa Francesco: udienza, “le chiese locali rispondano con determinazione al grido della terra e al grido dei poveri”. Ricorda Giornata per la vita consacrata

“Le chiese locali rispondano con determinazione al grido della terra e al grido dei poveri”. È l’appello del Papa, pronunciato durante i saluti ai fedeli di lingua italiana, che come di consueto rappresentano la fine dell’appuntamento del mercoledì con i fedeli. Francesco ha salutato in particolare la delegazione del Movimento cattolico mondiale per il clima, ringraziando “per l’impegno a curare la nostra casa comune in questi tempi di grave crisi socio-ambientale. Incoraggio a continuare a tessere le reti affinché le chiese locali rispondano con determinazione al grido della terra e al grido dei poveri”. Non è mancato il riferimento alla Giornata mondiale di domani, dedicata alla vita consacrata, durante la quale il Papa celebrerà una messa nella basilica di San Pietro, alle 17.30. “Affido alle vostre preghiere quanti sono stati chiamati a professare i consigli evangelici”, l’invito del Papa, che poco prima aveva salutato, tra gli altri, i membri del Centro di spiritualità della misericordia, con il vescovo di Piazza Armerina, monsignor Rosario Gisana, venuti con l’icona della Madre di Misericordia, che verrà esposta nella basilica di San Pietro. “Invito ciascuno a continuare l’esercizio delle opere di misericordia, in modo che diventino virtù abituali della vita quotidiana”, l’esortazione di Francesco. Anche nei saluti ai fedeli polacchi il Papa ha citato la Giornata mondiale per la vita consacrata: “Raccomando alla vostra preghiera i sacerdoti, le suore e i fratelli degli Istituti religiosi apostolici e contemplativi”, le parole di Francesco. “La loro vita dedicata al Signore e il loro servizio carismatico portino frutti abbondanti per il bene dei fedeli e per la missione evangelizzatrice della Chiesa”, l’augurio.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia