Germania: ad Angela Merkel il premio Eugen Bolz. Card. Marx, “in un periodo critico per Europa segno di umanità ed esempio di carità cristiana”

Angela Merkel (Cdu) ha ricevuto oggi a Stoccarda il premio Eugen Bolz. Il cardinale Reinhard Marx, presidente della Conferenza episcopale tedesca (Dbk), durante la cerimonia di consegna ha spiegato che la cancelliera veniva premiata per il suo impegno per l’accoglienza dei rifugiati e per la disponibilità sempre dimostrata verso le persone bisognose. In particolare, ha evidenziato come Merkel , pur con un modo di vivere la fede “piuttosto discreto”, è stata portatrice “in un periodo critico in Europa di un segno di umanità ed esempio di carità cristiana”. Considerando le critiche ricevute dalla cancelliera e fomentate da populisti ed estremisti della destra, il cardinale ha precisato che “il populismo di destra è rivolto contro una società aperta, libera e pluralista”. Marx ha denunciato il rafforzamento delle tendenze populiste in Europa e in tutto il mondo, che cercano di delegittimare le istituzioni statali e di subordinare lo stato di diritto a una presunta volontà della maggioranza della nazione. Per il cardinale il populismo mira ad una società chiusa e per il cristianesimo non è accettabile: “La chiusura non è una opzione cristiana. La fede cristiana amplia l’orizzonte, cerca ulteriori aperture”. Il premio di 5000 euro è dedicato a Eugen Bolz, già ministro degli interni e presidente del Württemberg, cacciato nel 1933 dai nazisti, e, come combattente della resistenza cattolica di Rottenburg, condannato a morte e giustiziato il 2 gennaio 1945. Il processo di beatificazione è in corso; Bolz è già inserito nel martirologio tedesco del XX secolo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia