Natale: mons. Marangoni (Belluno-Feltre), “alzare lo sguardo del nostro vivere quotidiano al futuro del Vangelo”

foto Giorgio Boato

“Nelle nostre comunità sarà accolto e vissuto l’annuncio di ‘una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi è nato per voi un Salvatore’, che è Cristo Signore? Non solo: diventerà anche attraente per quanti le avvicineranno?”. Nel suo messaggio per il Natale, mons. Renato Marangoni, vescovo di Belluno-Feltre, pone due domande ai fedeli. “Per noi il Signore Gesù è Colui che attendiamo: Egli è venuto, viene e verrà. Natale è il suo venirci incontro. Siamo provocati a guardare a Lui ‘al futuro’”, aggiunge. Nel messaggio del presule, anche un invito: “Aiutiamoci di più e meglio a lasciarci sorprendere da questo annuncio, ad alzare lo sguardo del nostro vivere quotidiano al futuro del Vangelo e ad accomunarci con più libertà e responsabilità in questa speranza”. Infine, il ricordo delle visite nei giorni scorsi ad alcune comunità di accoglienza e di mutuo aiuto, dove “ho percepito dalle testimonianze di vita ricevute come tutto questo possa avvenire nell’autentica ‘fedeltà alla terra’”. “Sì, Dio nel Natale di Gesù Cristo si è fatto fedele alla terra. Questa stessa fedeltà è donata a noi tutti, perché possiamo di più appassionarci e compartecipare al mistero della vita”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia