Dispersione scolastica: Borgo Ragazzi don Bosco, il 12 gennaio lancio della campagna “150 giovani in cerca d’autore”

La dispersione scolastica in Italia è in diminuzione e il tasso di abbandono è passato dal 14,7 nel 2015 al 13,8 del 2016, (fonte Eurostat) il rischio di dispersione scolastica persiste laddove si vivono condizioni di disagio. Le lotte alla dispersione scolastica stanno dando i loro frutti ma è necessario continuare ad agire in maniera mirata sui territori che si trovano in condizioni di disagio. Per questo il Borgo Ragazzi don Bosco di Roma in collaborazione con l’associazione Rimettere le Ali Onlus lancia la campagna “150 giovani in cerca d’autore” con l’obiettivo di offrire sostegno a 150 giovani che vivono in povertà familiari, economiche e sociali. Attraverso questa campagna il Borgo Ragazzi don Bosco intende sostenere in tre anni, dal 2018 al 2020, 150 giovani, 50 l’anno col fine di raccogliere fondi necessari a rispondere ai bisogni dei ragazzi in difficoltà. Il Borgo pertanto si impegna a coinvolgere e ricercare nuovi donatori che possano diventare “autori” attivi del cambiamento e del futuro dei giovani in difficoltà. La campagna sarà presentata il 12 gennaio 2018, alle 20.30, presso il teatro Filippo Smaldone di via Prenestina 382. Per promuoverla verrà organizzato uno spettacolo di teatro sociale a ingresso libero. Nato nel 1948 per accogliere gli orfani del secondo dopoguerra, il Borgo Ragazzi don Bosco continua ad accogliere, ancora oggi, ragazzi in difficoltà sociali, economiche e/o familiari. È costituito da un centro di formazione professionale, un oratorio – centro giovanile, un’area emarginazione e disagio che accoglie giovani tra i 12 ed i 25 anni.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia