Natale: mons. Tessarollo (Chioggia), “un concreto impegno di pace verso quanti ci vivono accanto”

Mons. Adriano Tessarollo, vescovo di Chioggia

“Il Natale cristiano è proposto e vissuto come un invito a cercare la Luce vera, quella che illumina ogni uomo per scoprire la luce della vita che vince le tenebre della morte, la luce della speranza che vince l’oscurità della paura, la luce delle opere buone del giorno che vincono le tenebrose opere cattive della notte”. Lo scrive mons. Adriano Tessarollo, vescovo di Chioggia, nel suo messaggio per il Natale, pubblicato sul settimanale diocesano “Nuova Scintilla”. “La gioia del Natale cristiano è ‘universale’ perché il Figlio di Dio è venuto a manifestare l’amore di Dio per tutti – aggiunge -. Dal Natale scaturisce per il cristiano l’impegno a operare perché la gioia di quell’amore sia offerta e resa possibile per tutti attraverso l’annuncio non disgiunto dalle opere che realizzano concretamente e realmente quell’amore”. Luce, gioia, ma anche pace, tra le parole sottolineate dal vescovo, che cita l’augurio con cui Papa Francesco apre il suo messaggio per la Giornata mondiale della pace del 1° gennaio 2018. “L’impegno fatto dei gesti concreti dell’accogliere, proteggere, promuovere, integrare, che il Papa indica particolarmente nei confronti di immigrati e rifugiati, diventi concreto impegno di pace nei confronti anche di quanti ci vivono accanto”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori