Natale: mons. Tani (Urbino), “nelle famiglie ci si aiuti a conoscere Gesù e a seguirlo”

“Mi piace pensare che il Signore viene fra noi per dirci: ‘Seguimi’; ‘Seguitemi’. Gesù è l’Uomo nuovo che vuole provocare la nostra libertà per una obbedienza a Dio che da soli non riusciremmo mai a realizzare”. Lo scrive l’arcivescovo di Urbino-Urbania-Sant’Angelo in Vado, mons. Giovanni Tani, nel messaggio in occasione delle prossime festività natalizie. “Solo seguendo Gesù, sul tracciato indicato dal Vangelo, saremo nuovi e lavoreremo, con gioia e umiltà, per la venuta del Regno di Dio in noi e attorno a noi, in una comunione con Lui che si riverbera nella comunione fra di noi”, prosegue l’arcivescovo. “Mi rivolgo in modo speciale alle famiglie – l’appello di mons. Tani – perché in esse ci si aiuti a conoscere Gesù e a seguirlo”. Egli è appunto venuto per ‘dirigere i nostri passi sulla via della pace’ (Lc 1,79). Ci prende per mano e ci conduce. L’augurio – conclude – è che lo seguiamo con fiducia”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori