Terremoto: parte crowdfunding Anci. I cittadini contribuiscono alla ricostruzione, già partite le donazioni

Ventuno progetti in altrettanti Comuni colpiti dal sisma: da oggi un pezzo della solidarietà per la ricostruzione post sisma viene consegnato nelle mani dei cittadini attraverso AnciCrowd “La solidarietà non trema”, una piattaforma di crowdfunding creata dall’Anci in collaborazione con Eppela per raddoppiare i 700mila euro già raccolti dall’Associazione dei Comuni e renderne trasparente e partecipato l’utilizzo. “Oggi – afferma il presidente dell’Anci, Antonio Decaro presentando l’iniziativa – rimettiamo in campo l’unico aspetto di straordinaria bellezza dentro la tragedia del sisma: la solidarietà degli italiani. Attraverso il micro finanziamento del nostro crowdfunding contribuiremo a dare concretezza a tutte quelle piccole esigenze dei sindaci e dei cittadini colpiti dal terremoto. E daremo il nostro contributo per tenere insieme e vive queste comunità. I sindaci di quei luoghi sono stati degli eroi perché è toccato a loro raccogliere le macerie fisiche e sociali dei loro Comuni. Come Anci da subito ci siamo messi a disposizione, fungendo da pungolo nei confronti di governo e Protezione civile e da supporto ai territori per le tante emergenze, da quelle di carenza di personale a quelle di carattere normativo”.
I progetti selezionati sono ventuno, tutti con un tetto tra i 40mila euro per gli acquisti (di scuolabus o di un trattore o di arredi, per esempio) e di 150mila euro per esecuzione di lavori di ripristino di infrastrutture danneggiate dal sisma (tra gli altri un cinema, una biblioteca, un osservatorio astronomico, un percorso protetto per raggiungere la scuola, il ripristino di una scala di accesso a un castello). Tra i progetti c’è anche quello di una piazza “magnitudo 6,5”, commemorativa e antisismica, o la nuova piscina comunale. Progetti sentitissimi dai cittadini, che hanno già contribuito con i loro amministratori nella fase di presentazione delle proposte, con video e immagini. Per donare il proprio contributo sarà sufficiente collegarsi al sito www.eppela.com/it/mentors/anci-crowd: quando i progetti raggiungeranno il 50% del finanziamento con le donazioni dei cittadini, si aggiudicheranno l’altra metà delle risorse dall’Anci.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia