Papa Francesco: Angelus, bambini cantano “tanti auguri”. “Non togliere Gesù dal Natale”, senza è “festa vuota”

“Tanti auguri a te!”. Lo hanno cantato al Papa, per fargli gli auguri per il suo 81° compleanno, i bambini del Centro oratori romani, delle parrocchie e famiglie di Roma, giunti in piazza San Pietro per la tradizionale benedizione dei “bambinelli” dei presepi. “Grazie tante, grazie tante!”, ha esclamato Francesco, che dopo la recita dell’Angelus si è unito all’appello dei vescovi della Nigeria per la liberazione delle sei suore del cuore eucaristico di Cristo, rapite circa un mese fa dal loro convento a Iguoriakhi: “Prego con insistenza per loro e per tutte le altre persone che si trovano in questa dolorosa condizione: possano, in occasione del Natale, ritornare finalmente alle loro case. Preghiamo insieme per loro”, ha aggiunto prima di recitare un’Ave Maria con i 25mila fedeli presenti in piazza. “E ora saluto con affetto i bambini venuti per la benedizione dei bambinelli, organizzata dal Centro oratori romani”, lo speciale saluto del Papa, che si è rivolto ai piccoli parlando a braccio: “È bello quello che io posso leggere da qua: l’oratorio è proprio per ognuno di noi. ‘Sempre c’è un posto per te’, dice il cartello. Sempre c’è un posto per te!”. “Quando pregherete a casa, davanti al presepe con i vostri familiari, lasciatevi attirare dalla tenerezza di Gesù Bambino, nato povero e fragile in mezzo a noi, per darci il suo amore”, il consiglio del Papa: “Questo è il vero Natale. Se togliamo Gesù, che cosa rimane del Natale? Una festa vuota. Non togliere Gesù dal Natale! Gesù è il centro del Natale, Gesù è il vero Natale! Capito? Perciò auguro a tutti una buona domenica e un buon cammino verso il Natale di Gesù”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia