Honduras: l’Organizzazione degli Stati americani chiede la ripetizione delle elezioni ma Hernandez è stato proclamato vincitore

Il segretario generale dell’Organizzazione degli Stati americani (Oea), Luis Almagro, in seguito ai rapporti degli osservatori internazionali dell’Oea e dell’Unione europea, ha proposto ieri attraverso un comunicato “l’impossibilità di dare certezze” sul risultato delle presidenziali che si sono tenute lo scorso 26 novembre. Il comunicato dell’Oea parla di processo elettorale caratterizzato da “irregolarità e deficienze, l’entità delle quali permette di qualificare il processo elettorale stesso come di bassa qualità tecnica e carente di legittimità”. Secondo Almagro l’unica via d’uscita, dopo le segnalazioni degli osservatori, è quella di riconvocare il popolo honduregno, “nel contesto di uno stretto rispetto dello Stato di diritto”, sotto la garanzia di un Tribunale supremo elettorale (Tse) che goda della capacità tecnica e della fiducia dei cittadini e di tutti i partiti. Proprio ieri, però, a tre settimane di distanza, lo stesso Tse ha proclamato ufficialmente vincitore il presidente uscente Juan Orlando Hernández. Il suo competitore, Salvador Nasralla, ha ribadito di non riconoscere il risultato.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia