Famiglie: Forum Puglia, “servono volontà e determinazione politica per portare avanti concrete misure divenute più urgenti che mai”

“Il Forum delle associazioni familiari di Puglia ha documentato in più occasioni e sedi la necessità che questa Regione si doti di azioni strutturali in termini di politiche familiari, di natura non assistenziale; in ultimo con la ‘Lettera aperta’ ha chiesto alla Giunta e al Consiglio di istituire un tavolo di lavoro per la costruzione del nuovo Piano regionale di Politiche familiari con lo stanziamento di risorse specifiche. Ci aspettavamo dalla Legge di bilancio per il 2018 un segnale forte in questa direzione, ma constatiamo che, al contrario, nel testo non c’è alcun riferimento alle politiche familiari”. È quanto si legge in una nota del Forum delle associazioni familiari di Puglia diffuso oggi relativa alla Legge di bilancio regionale 2018. “Avevamo avanzato diverse proposte per un fisco più equo e a misura di famiglia – prosegue la nota – ma non abbiamo avuto alcuna interlocuzione nel merito e i risultati sono evidenti nel testo presentato”. Si evidenzia come “non vengono rese strutturali le ‘Detrazioni all’addizionale regionale all’Irpef per carichi di famiglia’ previste per quattro anni, dal 2013 al 2017, per nuclei con più di tre figli”. “La misura, sul cui stato di attuazione c’era da fare una riflessione per allargare la platea dei beneficiari – nota il Forum -, sembra scomparsa per il 2018. A tal proposito, chiediamo che venga riproposta e accompagnata da un monitoraggio sulla sua concreta applicazione e i relativi risultati, per poterla eventualmente migliorare”. E poi “non ci sono elementi seri atti a contrastare il preoccupante declino della natalità in questa regione”. “Di fronte a questo quadro desolante, la disponibilità del Forum al confronto con il Governo regionale su questi temi rimane elevata, ma – conclude la nota – abbiamo bisogno di un interlocutore che abbia la volontà e la determinazione politica di portare avanti concrete misure di politica familiare, divenute più urgenti che mai”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia