Papa Francesco: udienza, “le messe sono noiose? No, i preti… che si convertano”

foto SIR/Marco Calvarese

“L’Eucaristia è un avvenimento meraviglioso nel quale Gesù Cristo, nostra vita, si fa presente. Partecipare alla Messa è vivere un’altra volta la passione e la morte redentrice del Signore. È una teofania”. Lo ha spiegato il Papa, ai 13mila fedeli presenti oggi in piazza San Pietro, ai quali si è poi rivolto a braccio, per un dialogo contenente alcune possibili obiezioni sullo stato di salute delle nostre liturgie domenicali. “Il Signore è lì con noi presente – ha ammonito Francesco – ma tante volte andiamo in giro, guardiamo le cose, chiacchieriamo fra noi mentre il sacerdote celebra l’Eucaristia: non celebriamo vicino a Lui, ma è il Signore!”. “Se oggi venisse qui il presidente della Repubblica o una persona molto importante nel mondo – l’esempio scelto dal Papa parlando a braccio – sicuramente tutti saremmo vicini a lui, vorremmo salutarlo… Se vai a Messa, lì c’è il Signore, e tu sei distratto, giri… è il Signore!”. “Eh, padre, ma le messe sono noiose”, la possibile obiezione. “La Messa no, i preti”, la risposta: “Che si convertano i preti! Ma è il Signore che sta lì”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia