Diocesi: Terni, al via il progetto solidale “Fuels” in collaborazione con la Caritas diocesana

La multinazionale francese Faurecia, in collaborazione con la Caritas diocesana di Terni-Narni-Amelia e l’associazione di volontariato San Martino, organizza presso il proprio stabilimento di Terni una raccolta di beni di prima necessità che saranno consegnati all’Emporio della Solidarietà, il progetto della Caritas volto alla distribuzione gratuita di beni a sostegno di persone e famiglie che si trovano in difficoltà.
Il progetto “Fuels”, già attivo in diversi stabilimenti Faurecia nel mondo, ha avuto inizio il 17 novembre e si concluderà il 15 dicembre, avverte una nota della diocesi di Terni-Narni-Amelia. Nella sua versione italiana Fuels, declinato come “Faurecia unisce esemplarità dei propri lavoratori alla solidarietà”, coinvolgerà tutti i dipendenti dell’azienda di Terni, che saranno invitati a partecipare a “una raccolta di beni di prima necessità: olio, omogeneizzati, pannolini e prodotti per l’infanzia, latte, carne in scatola, pasta, legumi, pelati, zucchero, farina, igiene personale e pulizia della casa saranno consegnati all’Emporio della Solidarietà gestito dalla Caritas diocesana di Terni-Narni-Amelia e dall’associazione di volontariato San Martino”.
L’iniziativa “è un significativo e importante segno di solidarietà a favore dei più bisognosi – spiega il direttore della Caritas diocesana, Ideale Piantoni – , che coinvolge azienda e lavoratori in modo concreto e diretto, ma che è anche un’occasione di conoscenza e sensibilizzazione rispetto a quelle che sono le problematiche e povertà che caratterizzarono il nostro territorio. L’emporio della solidarietà ha lo scopo specifico di aiutare le persone non solo ad avere un aiuto materiale quanto a sostenerle nella gestione della quotidianità di vita, nell’acquisto dei beni necessari e nell’accompagnamento a un inserimento sociale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo