Polonia: Jasna Gora, quarto Congresso per la nuova evangelizzazione

“Chi abbia ricevuto la confermazione dello Spirito Santo ha ricevuto anche la missione di evangelizzare”: lo ha sottolineato mons. Rino Fisichella ospite del quarto Congresso di Nuova evangelizzazione che dal 23 al 26 novembre si svolge a Jasna Gora in Polonia. Il presidente del Pontificio Consiglio ha osservato che spesso i giovani d’oggi “sono mossi più dal desiderio di devastazione che non di costruzione” e “ sognano ad occhi aperti un mondo immaginario che non esiste”. Preoccupato per una generazione che “sembra gettarsi nell’abisso della morte come se fosse una strada verso la libertà” e “compie dei gesti insensati”, il presule ha rimarcato che solo la via della misericordia può aiutare i giovani “a costruire la propria vita” su fondamenta valide. “La nuova cultura digitale pone davanti a noi il problema della verità”, ha osservato il relatore aggiungendo che la dimensione della verità costituisce “il perno dell’esistenza individuale e dell’esperienza di fede”.
Pertanto, ha continuato, “includere i giovani nella nuova cultura digitale senza sminuire il loro senso critico è una sfida che si deve affrontare e realizzare con saggezza”. Il Congresso dedicato all’accompagnamento dei giovani cresimandi e organizzato dal Gruppo per la nuova evangelizzazione della Conferenza di vescovi polacchi pone l’accento particolare sulla testimonianza cristiana e ha come obiettivo “il risveglio della sollecitudine per i giovani sulla strada dell’incontro con Dio vivente”, come ha sottolineato il portavoce del gruppo, don Michal Olszewski.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa