Settimana sociale: Tajani (Parlamento Ue), sfide legate a economia, occupazione, famiglia. “Investire nel futuro dell’Africa”

“È necessario riscoprire i nostri valori, la nostra identità, per affrontare le sfide e superare gli ostacoli che abbiamo di fronte a noi”. Antonio Tajani, presidente del Parlamento europeo, è intervenuto oggi a Cagliari alla Settimana sociale dei cattolici. Dopo un intervento iniziale, Tajani ha poi colloquiato con Marco Tarquinio, direttore del quotidiano “Avvenire”. Ampio il ventaglio di nodi affrontati da Tajani a partire dal tema di fondo della Settimana di Cagliari. Dunque nel suo discorso, il presidente dell’Euroassemblea ha parlato dello stato dell’economia e dell’occupazione in Italia e in Europa, di armonizzazione fiscale e lotta al dumping sociale, di competitività dei territori, di digitalizzazione e infrastrutture, di sostegno al settore industriale. Un occhio particolare è stato rivolto al ruolo della Banca centrale e alla riforma del sistema economico e finanziario europeo, “reduce” dai contraccolpi della crisi apertasi nel 2008. Quindi alcune valutazioni sulla promozione del lavoro, specie per i giovani e le donne, sul sostegno alla famiglia, sulla necessità di intervenire “a favore di chi vive situazione di emarginazione, malattia e disagio”, fra cui – citati da Tajani – i tossicodipendenti, i carcerati, i migranti. Non è mancato un impegno politico: “Occorre investire fondi, decine di miliardi di euro, per assicurare lo sviluppo all’Africa, perché anche in Africa il lavoro e la vita siano sicuri e degni”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa