Settimana sociale: mons. Santoro (Cei) a Tajani, “attenzione per il Mediterraneo, mare che rende possibile incontro con le culture”

(dall’inviato a Cagliari) – “In Europa si decide molto nella nostra vita. E in questo quadro ci vuole un’attenzione per il Mediterraneo, mare che rende possibile non solo gli scambi commerciali ma l’incontro con le culture”. È la sollecitazione rivolta da mons. Filippo Santoro, arcivescovo di Taranto e presidente del Comitato scientifico e organizzatore della 48ª Settimana sociale, al presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, intervenuto alla giornata conclusiva dell’appuntamento cagliaritano. “L’Europa è sempre stata nell’orizzonte dei nostri lavori, lo è stata nella preparazione, lo è nelle proposte”, ha ricordato mons. Santoro. “C’è un dato di fatto”, ha osservato l’arcivescovo: “Moltissimi nostri giovani per studiare e per lavorare vanno in altri Paesi d’Europa. La piaga che abbiamo della disoccupazione giovanile tocca nel riferimento all’Europa una dei punti più vivi e più gravi”. Santoro ha raccontato di essere stato a Londra e di aver incontrato un laureato al politecnico di Taranto, ospite nella parrocchia italiana di Londra, che mentre aspettava un lavoro che presto sarebbe arrivato puliva i bagni. “Me lo diceva pieno di speranza, senza rassegnazione o maledizione”. Anche per questo motivo “l’Europa è al centro dei nostri lavori e delle nostre aspettative”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa