Settimana sociale: Gentiloni (premier),”contrastare precarietà”. No al “principio del maggior ribasso” per gli appalti

(dall’inviata a Cagliari) “Il tema del precariato è una componente stabile del nostro scenario di lavoro”: per questo “difendere il lavoro significa contrastare le condizione estreme di precarietà”. Ne è convinto il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, secondo il quale “il precariato senza futuro e diritti è una delle offese più terribili alla dignità del lavoro, che va difeso innanzitutto quando il committente è lo Stato”. Di qui la centralità del tema degli appalti, oggetto di una delle quattro proposte consegnate dalle Settimane sociali poco prima al premier: “Dal maggior ribasso alla maggiore dignità”, il “cambiamento” auspicato anche dal presidente del Consiglio raccogliendo le istanze della Chiesa italiana. A partire dal nuovo Codice sugli appalti pubblici, che impone “il superamento del principio del maggior ribasso, che va sostituito con il criterio dell’offerta economica più vantaggiosa”. Secondo Getiloni, occorre “far conoscere i principi del nuovo codice, che altrimenti in questa fase rischia non di rallentare, ma di rallentare la procedura per gli investimenti pubblici”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia