Europa: Bedford-Strohm (Chiesa evangelica), “confronto costruttivo su futuro Ue”. Spirito ecumenico

“Stiamo vivendo qui discussioni molto importanti. Ci sono insieme persone che provengono da diversi Paesi europei e io stesso rappresento la Chiesa evangelica tedesca; quindi si proviene anche dalle diverse confessioni per discutere dell’Europa, di un continente in cui c’è il rischio che siano la divisione e il crollo a determinare le discussioni”. È il commento che ha rilasciato al Sir stamane Heinrich Bedford-Strohm, il presidente del Consiglio della Chiesa evangelica tedesca presente ai lavori di “(Re)thinking Europe” in Vaticano. “È importante che tra noi che abbiamo come base comune la fede cristiana, ci sia questo confronto. Non è sempre facile perché le persone che sono qui sono anche segnate dalle discussioni dei loro contesti nazionali”, ha aggiunto il vescovo luterano che ha aggiunto di aver “sperimentato una discussione molto costruttiva” nel suo gruppo di lavoro, “in cui ci si è stati ad ascoltare reciprocamente e in cui sono state raccolte interessanti riflessioni sul futuro dell’Europa”. “Mi sento completamente a casa mia qui, le persone con cui mi trovo sono fratelli e sorelle in Cristo”, ha ancora aggiunto. “Per me è una cosa bella che tre giorni prima dell’inizio della grande celebrazione per il 500° anniversario della Riforma che si terrà a Wittemberg, io sia qui a Roma, a sperimentare che come fratelli e sorelle in Cristo, ci lega molto di più di quanto ci divide”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia