Servizio civile: Misericordia Prato, un bando per 96 giovani

Sono due i progetti proposti dall’Arciconfraternita Misericordia di Prato nell’ambito del servizio civile nazionale. Si tratta di “Social Net” e di “Auto-nomy”, attraverso i quali 96 giovani potranno “dedicare un anno della propria vita all’impegno nei confronti degli altri” mettendosi al servizio della Misericordia di Prato e di altre 17 sezioni del territorio. “Il compito richiesto ai giovani del servizio civile – si legge in una nota – consiste nel trasporto sociale di anziani, malati e disabili in luoghi di cura, assistenza e socializzazione, ma anche verso scuole, ambienti di lavoro o di formazione professionale”. “Non si tratta solo di un accompagnamento fisico da un posto a un altro, ma di un vero e proprio impegno di vicinanza nei confronti di persone che hanno bisogno di un supporto per poter svolgere la propria quotidianità. Un servizio importante, del quale beneficeranno oltre duemila cittadini”. Per Maurizio Catalano, coordinatore del progetto servizio civile della Misericordia pratese, “si tratta di una esperienza umana arricchente e di una attività utile da un punto di vista professionale. Dare una mano alla Misericordia significa anche entrare a far parte di un movimento attivo e pieno di persone positive e volenterose”. Per la partecipazione al progetto, i candidati devono aver compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età alla data di presentazione della domanda che andrà consegnata presso le sedi della Misericordia inserite nel progetto entro e non oltre le ore 14 del 30 giugno 2016. Bando, modulistica e ulteriori informazioni sono reperibili sul sito internet www.misericordie.it (sezione Servizio civile).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori