Parrocchia aperte: mons. Tavilla (Santa Caterina Vergine e Martire – Messina), “i fedeli sanno di poter contare qui di una presenza a tempo pieno”

“Chiesa dalle porte aperte”. È l’invito che dal 21 novembre 2015 monsignor Giò Tavilla, parroco chiesa Santa Caterina Vergine e Martire di Messina, giornalista, consulente ecclesiastico dell’Ucsi di Messina e direttore del mensile diocesano “La Scintilla”, ha messo alle porte della chiesa ubicata nel cuore della città dello Stretto. Un invito, adesso, che viene sostenuto dall’appello di Papa Francesco sulle parrocchie aperte. “Come sempre il Papa si rivolge a noi sacerdoti con grande determinazione”. “Le nostre parrocchie debbono essere sempre aperte – ha detto monsignor Giò Tavilla – ma dobbiamo fare dei distinguo circa il contesto geografico. Ci sono parrocchie di estrema periferia dove è possibile stare aperti fino a un certo orario, perché dopo nessuno entra nelle nostre chiese. Io nella mia parrocchia da quando sono arrivato la prima cosa che ho fatto è modificare l’orario apertura. La mattina la chiesa rimane aperta dalle 8 alle 12 e, dopo una breve pausa, tutto il pomeriggio fino a tarda sera. Durante questi momenti, oltre la celebrazione eucaristica, svolgiamo diverse attività pastorali. Con la modifica dell’orario abbiamo avuto un incremento di visite è favorito la crescita delle confessioni. Tantissimi fedeli sono entrati per pregare e stare davanti a Gesù Sacramento. I fedeli della mia parrocchia sanno di poter contare sulla presenza a tempo pieno”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori