Gioco d’azzardo: Cesena, chi smantella le slot “vince” 2mila euro

(DIRE-SIR) – ”Vincere” dei soldi rinunciando alle slot. Approvato dalla Giunta comunale di Cesena il 24 maggio, è stato appena pubblicato il bando pubblico per l’erogazione di contributi a fondo perduto destinati dal Comune di Cesena ai pubblici esercizi che decideranno di eliminare slot machine e videolottery. “Abbiamo cercato di accelerare il più possibile le procedure – sottolineano il sindaco Paolo Lucchi, e l’assessore allo Sviluppo Tommaso Dionigi – per dare un nuovo, importante segnale del nostro impegno contro il gioco d’azzardo patologico. Dopo aver già dimezzato, negli anni scorsi, la tassa di occupazione di suolo pubblico per i locali che hanno fatto la scelta di non installare apparecchiature per il gioco d’azzardo, oggi ci rivolgiamo a quelli che le mettono a disposizione dei loro clienti per convincerli a smantellarle. In cambio otterranno una somma di 2mila euro a fondo perduto, purché si impegnino a non rimontarne di nuove per almeno tre anni”. Possono fare domanda di contributo i titolari di pubblici esercizi che intendono rimuovere tutte le slot machine o le videolottery presenti nel loro locale. Per farlo avranno tempo fino al 15 settembre 2016. Se arriverà numero di richieste superiori alla somma stanziata dal Comune, che ammonta complessivamente a 20mila euro, i contributi saranno erogati sulla base di una graduatoria. Le domande giudicate ammissibili, ma non ammesse a contributo per la loro posizione nell’ordine di graduatoria, verranno inserite in un elenco di riserva. L’incentivo, in questo caso, sarà eventualmente assegnato qualora l’Amministrazione destini ulteriori risorse allo scopo nell’anno in corso o in quello successivo.

(www.dire.it)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori