Diocesi: a Udine domenica 5 il Giubileo dei migranti delle quattro diocesi del Friuli Venezia Giulia

Sarà “Migranti, profughi e rifugiati ci interpellano: la risposta della Chiesa nell’Anno della Misericordia” il tema dell’evento giubilare dedicato alle comunità dei migranti cattolici delle quattro diocesi del Friuli Venezia Giulia che si terrà domani, domenica 5 giugno, a Udine. L’appuntamento è per le 10 con il ritrovo dei partecipanti sul sagrato della cattedrale da dove, alle 10.30, prenderà il via il breve pellegrinaggio con il passaggio attraverso la Porta della Misericordia. In cattedrale, l’arcivescovo di Udine, monsignor Andrea Bruno Mazzocato, presiederà la celebrazione eucaristica che sarà animata dalle stesse comunità. “Incessante e accorato è l’appello di Papa Francesco a interrogarsi, come singoli e come comunità, di fronte a migrazioni e profunganze”, spiega il direttore dell’Ufficio diocesano Migrantes, Claudio Malacarne. Dopo la Santa Messa, che sarà trasmessa in diretta radiofonica da “Radio Spazio” della diocesi di Udine, si formerà il corteo multietnico che attraverserà le vie cittadine per raggiungere la Fondazione Renati dove si terrà il pranzo, cui seguirà, alle 15 nell’aula 3 della Facoltà di Economia dell’Università di Udine, un pomeriggio con musica di accoglienza e le testimonianze dei migranti e dei direttori degli uffici Migrantes delle quattro diocesi. “All’interno del programma della giornata – aggiunge Malacarne – abbiamo voluto dare uno spazio importante alle testimonianze: saranno sette e racconteranno l’esperienza migratoria dalla decisione di partire, alle speranze, le difficoltà, le chiusure, ma anche l’effettiva integrazione”. “Quello a cui stiamo assistendo – prosegue – non può essere più chiamato ‘emergenza’, si tratta infatti di un fenomeno strutturale e come tale va governato, senza lasciare spazio ai populismi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori