Parrocchie aperte: mons. Pigollo (Genova), “Il Papa ci invita a maturare come Chiesa”

“La parola del Papa è una provocazione, una scossa per un miglioramento, un modo per iniziare a capire come possiamo sollecitarci come preti, pastori e comunità ad essere più aperti ed accoglienti. E’ una sollecitazione ad essere più aperti non solo in maniera logistica ma in quanto comunità capace di accogliere”. Così monsignor Pietro Pigollo, direttore dell’Ufficio famiglia della diocesi di Genova e parroco a Montoggio (Genova) interviene in merito alle parole di Papa Francesco sull’apertura delle chiese. “E’ indubbio che la comunità cristiana deve accogliere ma il problema è chi si rende disponibile perché è ovvio che non possa fare tutto il prete” tanto più che “non basta solo custodire un luogo ma bisogna custodire ed accogliere le persone”. Per monsignor Pigollo, quindi, il Papa “ci invita a maturare come Chiesa in modo che tutti insieme sappiamo essere accoglienti” senza dimenticare che “ci sono problemi oggettivi di sorveglianza e di custodia” e di vedere, soprattutto nei piccoli paesi e nelle realtà di paese, “quanto la chiesa è sentita come casa propria e frequentata da chi abita nei dintorni”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia