Papa Francesco: nomina il sacerdote Gianmarco Busca vescovo della diocesi di Mantova

Papa Francesco ha accettato la rinuncia al governo pastorale della diocesi di Mantova presentata da monsignor Roberto Busti, in conformità al can. 401 § 1 del Codice di Diritto Canonico. Il Santo Padre ha nominato vescovo della diocesi di Mantova il sacerdote Gianmarco Busca, del clero della diocesi di Brescia, finora docente di Teologia sacramentaria presso lo Studio Teologico “Paolo VI” a Brescia. Busca è nato a Edolo (Valcamonica), provincia e diocesi di Brescia, il 30 novembre 1965. Dopo la maturità è entrato in Seminario per frequentare i corsi di filosofia e di teologia allo Studio Teologico “Paolo VI” di Brescia. Inviato a Roma per il perfezionamento degli studi (1994-1999), ha conseguito la laurea in Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana (2000) con una tesi incentrata sul Sacramento della Riconciliazione. È stato ordinato sacerdote l’8 giugno 1991 per la diocesi di Brescia, dove è incardinato e dove risiede abitualmente. Dopo l’ordinazione sacerdotale ha ricoperto i seguenti incarichi: vicario parrocchiale a Borno dal 1991 al 1994; vice rettore del Biennio di Teologia al Seminario di Brescia dal 1999 al 2004; collaboratore pastorale presso la parrocchia Santa Maria Crocifissa di Rosa di Brescia dal 2007 al 2014. Dal 1999 è insegnante di Teologia sacramentaria allo Studio Teologico “Paolo VI” di Brescia; dal 2012 è docente stabile di Teologia dogmatica all’Università Cattolica del “Sacro Cuore” (sede di Brescia) e all’Issr; delegato vescovile per le forme di vita consacrata presso la Comunità di Shalom di Palazzolo e dal 2014 è presbitero collaboratore pastorale presso la parrocchia di Caionvico. Collabora, inoltre, stabilmente con il Centro Aletti di Roma, con corsi di Sacramentaria e di Spiritualità. È anche autore di diverse pubblicazioni di teologia sacramentaria e di spiritualità.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia