Cinema e Chiesa: mons. Viganò (Santa Sede), “molti i film nei quali la Chiesa occupa una presenza importante”

“Se si analizza la storia del cinema si scopre che sono molti i film nei quali la Chiesa, considerata non solo come spazio scenico, occupa una presenza importante”. Lo ha affermato questa mattina monsignor Dario Edoardo Viganò, prefetto della Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede, intervenendo al XIV Convegno liturgico internazionale in svolgimento da oggi al Monastero di Bose. Parlando de “La Chiesa in scena. Lo sguardo del cinema sulle chiese”, mons. Viganò ha osservato che “sin dalle origini del cinema la struttura spaziale della Chiesa risulta essere una presenza significativa nelle storie che vengono portate sul grande schermo”. “La presenza della Chiesa come luogo, come protagonista, come contesto – ha proseguito – attraversa tutti i generi cinematografici, declinando di volta in volta la sua forma e i suoi spazi alla diversa tipologia di narrazione”. Passando in rassegna diverse pellicole, il prefetto parlando della costruzione dell’inquadratura si è soffermato sulla simmetria, che “dà sicurezza, rassicura” ma che in alcuni casi viene rotta per far cogliere allo spettatore “un rovesciamento, uno spiazzamento che sposta l’attenzione e cambia totalmente la percezione di quel luogo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa