Parrocchie aperte: mons. Lombardi (Maria Madre della Chiesa – Matera), “tutta la comunità è coinvolta nell’accoglienza”

“La mia casa non ha porte” recitava uno slogan dell’Acr degli anni ’70, e la parrocchia Maria Madre della Chiesa in Matera ha porte sempre aperte a credenti, migranti, per tutti quelli che hanno bisogno di un respiro dello Spirito. Parroco e vicario parrocchiale non hanno orari nell’accogliere le persone che si rivolgono alla parrocchia per mille necessità. “E’ in stato avanzato di realizzazione il progetto ‘Manforman’ (L’umano per l’umano) che prevede un centro polifunzionale per l’integrazione: internet point, ambulatorio, punto ristoro, docce – dice il parroco monsignor Filippo Lombardi -. Tutta la comunità è coinvolta nell’accoglienza e nel coinvolgimento in esperienze di integrazione tra ragazzi, giovani, adulti della comunità e immigrati”. Porte aperte a tutti, dunque, per l’ascolto, l’annuncio e la missione, per sperimentare in maniera concreta la misericordia, la tenerezza e il perdono.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori